Costiera amalfitana anni trenta, filmato amatoriale inedito girato su pellicola 16mm

La Torre Normanna di Maiori. Fu ultimata nel 1590 da Fasano Scipioni “intraprenditore e maestro nell’arte del fabbricare” di Cava dei Tirreni (fonte “Torri di guardia nel ducato di Amalfi”, Edizioni Dottrinari Salerno, 1979).

Grazie alla intraprendenza di Heinz Wieser, viaggiatore tedesco del secolo scorso, appassionato di cinematografia ed evidentemente affascinato dai luoghi caratteristici della nostra bella Campania (suo anche il film documentario ambientato ad Ischia nella stessa epoca, oggetto di un mio precedente lavoro di restauro e digitalizzazione) ed alla consueta disponibilità di un collega collezionista di altra regione nel cedermi alcuni pezzi unici del suo archivio, ho potuto “riportare alla luce” questo struggente filmato, girato su pellicola 16mm b/n muta, che rappresenta una importante e rara, forse unica, testimonianza di luoghi, tradizioni e persone della costiera amalfitana nel periodo a cavallo tra i due conflitti mondiali.

Scansioni ad alta risoluzione di fotogrammi della pellicola 16mm.

Le immagini risentono inevitabilmente dei segni del tempo: anche se conservata con estrema cura si tratta pur sempre di una pellicola di circa ottanta anni fa, che ho accuratamente pulito, utilizzando prodotti specifici, prima di sottoporla alla digitalizzazione con Telecinema amatoriale 16mm ed alla scansione ad alta risoluzione di alcuni fotogrammi più significativi.

Per il lavoro di editing video-fotografico e transcodifica (rifinitura della tonalità b/n, sonorizzazione con basi musicali, nuovo montaggio di alcuni spezzoni, ritocco scansioni fotogrammi) ho utilizzato i software della suite Adobe Creative Cloud (Premiere Pro, Photoshop, Media Encoder). In questa occasione ho scelto di inserire, nella parte iniziale del montato, un breve commento audio, tratto dal libro “La Penisola Sorrentina e la Costiera Amalfitana” di Giampaolo Infusino, Lito-Rama Edizioni, realizzato grazie alla preziosa collaborazione dei miei genitori (in particolare mio padre Giuseppe, classe 1933, si è pazientemente “sottoposto” a varie sessioni di lettura e registrazione, al fine di ottenere il file audio definitivo).

Tipici tetti “a cupola schiacciata”.

Il filmato ha una durata di circa otto minuti: le riprese mostrano scorci e paesaggi caratteristici della costiera amalfitana, scene di ambientazione marinara, momenti di svago in barca a vela, monumenti ed edifici tipici (dal Duomo di Sant’Andrea di Amalfi alle architetture delle ville Cimbrone e Rufulo di Ravello) ed alcune della numerose torri anticorsare presenti nell’area (oltre la poderosa ed inconfondibile Torre Normanna di Maiori si riconoscono anche quelle di Fornillo, di Asciola – o Assiola – quella, presumibilmente, di Capo di Conca e, in posizione più elevata, la Torre dello Ziro).

Una valida risorsa per l’approfondimento della storia e delle tradizioni della costiera amalfitana è rappresentata dal Centro di Cultura e Storia Amalfitana, attivo dal 1975 e che vi invito a sostenere.

Buona visione !

Ludovico Mosca About the author

Sono un collezionista di stampe, libri, foto d'epoca e film amatoriali ambientanti in Italia, principalmente in Campania (Napoli, Vesuvio, Pompei, Sorrento, Capri, Ischia, Amalfi) e nutro interesse anche per i testi le immagini ed i filmati ambientati in altri luoghi, anche esteri. Lo scopo del mio blog è divulgare la storia, le bellezze ambientali ed architettoniche e le tradizioni di vari luoghi. Posseggo libri illustrati, cartoline, diapositive (sia le tradizionali Kodachrome e simili che lastre in vetro, anche del tipo da "lanterna magica") negativi fotografici, foto tradizionali, film su nastro (vhs, video 8, betamax etc.) e su pellicola in formato 8mm, Super 8mm e 16mm, a partire dal diciannovesimo secolo (attualmente il supporto più antico della mia collezione è una lastra fotografica che riproduce una veduta di Sorrento databile tra il 1865 ed il 1875) sino agli anni del 1980. Effettuo in proprio, con attrezzature semi-professionali da hobbista, le digitalizzazioni dei vari supporti presenti nel mio archivio, dedicando a questa passione gran parte del mio tempo libero e spinto da una costante curiosità verso i costumi e le tradizioni del passato. La famiglia di mio padre Giuseppe è originaria di Gragnano, in provincia di Napoli, cittadina famosa per la produzione della pasta, i "maccheroni" ed altri formati, e del vino.

No Comments

Leave a Comment: