Posillipo spiaggia di Riva Fiorita filmati amatoriali 16mm anni cinquanta.

Mia mamma, a sinistra, con una amica di famiglia. Nelle altre immagini scorci dell’area e momenti delle allegre giornate di mare.

In questo articolo presento il filmato ottenuto mediante il restauro e la digitalizzazione di alcune riprese girate nei primi anni ’50 (tra il 1951 ed il 1953) dal mio nonno materno, Mario Panza, in occasione di spensierate giornate di mare trascorse con amici e familiari nella amena località balneare di Riva Fiorita a Posillipo. Mia mamma Maria Antonietta, la vivace ragazzina presente in molte delle scene catturate dalla cinepresa, conserva nitidi e felici ricordi di quell’epoca, che ha così inteso raccontare:

“Il mare non bagna Napoli. Ma sarà vero ?. Tra i luoghi del cuore non può mancare Riva Fiorita. Nella prima estate, ovvero a Luglio, mi capitò di scoprire questo piccolo angolo di paradiso. Avevo da poco compiuto nove anni e, per la prima volta, con amici di famiglia, ci recammo giù per la discesa di Posillipo, ora Via Ferdinando Russo, alla spiaggia di Riva Fiorita.

All’epoca ero poco pratica di quella zona, avendo casa al Vomero, ma fui subito colpita dalla bellezza del luogo ove avremmo trascorso quasi un mese, recandoci ogni mattina in auto e rientrando nel tardo pomeriggio. Mia madre ne era innamorata, le tornavano alla memoria i ricordi dei bagni a Villa Martinelli, negli anni trenta, quando insieme alle cugine godevano del bel mare di Posillipo, loro tutte fanciulle nate nel 1906, coetanee della principessa Maria Josè.

Per me quella piccola spiaggia rappresentava una continua scoperta. Oltre alle ore in acqua e al sole con le mie cuginette amavamo partecipare alla vita sociale che animava i terrazzi, il bar e il ristorante.

Mio padre mi ritraeva sulla fontana ove ero solita posare o improvvisare piccoli passi di danza. Non mancavano musica ed intrattenimenti, inclusa una “primordiale” versione di karaoke. Tutt’intorno alla spiaggia ci attardavamo ad esplorare le ville ed i giardini, invidiando i proprietari di cotante belle dimore.

Quel luogo era molto ben frequentato, non popolare, per intenderci, un pò esclusivo, diverso dai lidi di Arco Felice e Lucrino *. Ho sempre ricordato con affetto e nostalgia quel piccolo paradiso che negli anni successivi mi ritornava in mente ogni qualvolta mi recavo a Villa Beck per i primi bagni di Maggio.

Il luogo magico di Posillipo mi catturò per molto tempo e rivive anche nelle foto della mia infanzia”.

* altre mete della villeggiatura estiva di famiglia: i ricordi delle vacanze ad Arco Felice, con i bagni di mare al Lido Raja (poi Lido Augusto) sono disponibili in questo articolo.

Un sentito ringraziamento a Luca Martinelli, discendente della famiglia che gestiva il bagno Villa Martinelli e la pensione Mascotte a Posillipo, per le preziose informazioni storiche condivise e per avermi offerto lo spunto per riprendere il lavoro di restauro e digitalizzazione dell’archivio iconografico di famiglia.

Buona visione !

Ludovico Mosca About the author

Sono un collezionista di stampe, libri, foto d'epoca e film amatoriali ambientanti in Italia, principalmente in Campania (Napoli, Vesuvio, Pompei, Sorrento, Capri, Ischia, Amalfi) e nutro interesse anche per i testi le immagini ed i filmati ambientati in altri luoghi, anche esteri. Lo scopo del mio blog è divulgare la storia, le bellezze ambientali ed architettoniche e le tradizioni di vari luoghi. Posseggo libri illustrati, cartoline, diapositive (sia le tradizionali Kodachrome e simili che lastre in vetro, anche del tipo da "lanterna magica") negativi fotografici, foto tradizionali, film su nastro (vhs, video 8, betamax etc.) e su pellicola in formato 8mm, Super 8mm e 16mm, a partire dal diciannovesimo secolo (attualmente il supporto più antico della mia collezione è una lastra fotografica che riproduce una veduta di Sorrento databile tra il 1865 ed il 1875) sino agli anni del 1980. Effettuo in proprio, con attrezzature semi-professionali da hobbista, le digitalizzazioni dei vari supporti presenti nel mio archivio, dedicando a questa passione gran parte del mio tempo libero e spinto da una costante curiosità verso i costumi e le tradizioni del passato. La famiglia di mio padre Giuseppe è originaria di Gragnano, in provincia di Napoli, cittadina famosa per la produzione della pasta, i "maccheroni" ed altri formati, e del vino.

No Comments

Leave a Comment: