Cronaca della V edizione della corsa Sorrento-Sant’Agata su L’auto italiana del 15 maggio 1927

 
logo l'auto italiana

Il logo della rivista “L’auto italiana”

La Sorrento-Sant’Agata è stata una gara automobilistica di notevole rilievo svoltasi in penisola sorrentina dal 1923 al 1967, per un totale di 25 edizioni (sul sito web di Sant’Agata sui due Golfi è disponibile la cronistoria della corsa).

il vincitore della V edizione, Gigino Forte, con la sua signora.

il vincitore della V edizione, Gigino Forte, con la sua signora.

Sul numero del 15 maggio del 1927 la rivista quindicinale “L’auto italiana”, fondata nel 1920 come  “Organo ufficiale dell’Automobile Club d’Italia e dell’Automobile Club di Torino”, redazione a Milano in via Gustavo Modena 1 (poi corso Roma 51) e direttore (fino al 1921) l’ing. Armando  Sechi, poi Amerigo Germani, successivamente diretta da un comitato di direzione composto dagli ingegneri Pasquale Borracci, Aldo Farinelli, Giacomo Piantanida, insieme a Italo Luraschi (direttore dal 1926) e Gino Magnani, punto di riferimento del mondo automobilistico in quegli anni, grazie alla ricchezza e varietà di argomenti ed informazioni (notizie tratte da sito web Museoauto.it), fu pubblicata la cronaca, corredata da alcune foto dell’evento, della V edizione di questa storica gara, tenutasi appunto nel mese di maggio del 1927.

sorrento-s.agata-016

al nastro di partenza

 Caratterizzata dal percorso prevalentemente in salita e denso di insidiose curve, che se affrontate senza il giusto equilibrio erano sovente causa di incidenti e conseguenti ritiri, la corsa era suddivisa, all’epoca della edizione del 1927, in cinque categorie, ognuna delle quali oggetto di classifica finale: “Classe fino a 1100 cm cubici”, “Classe fino a 1500 cmc”, “Classe fino a 2000 cmc”, “Classe oltre 2000 cmc” e la “Categoria Corsa” che decretava il vincitore di maggior prestigio…

una fase della gara

una fase della gara

Oltre alla dettagliata cronaca dell’evento, l’articolo uscito su “L’auto italiana” pose particolare enfasi sulla impeccabile organizzazione ed il caloroso, elegante ed entusiastico pubblico di appassionati presenti all’evento, decretando un successo della manifestazione notevolmente superiore alla precedente edizione.

L’articolo consultabile sul mio account ISSUU:

Ludovico Mosca About the author

Sono un collezionista di stampe, libri, foto d'epoca e film amatoriali ambientanti in Italia, principalmente in Campania (Napoli, Vesuvio, Pompei, Sorrento, Capri, Ischia, Amalfi) e nutro interesse anche per i testi le immagini ed i filmati ambientati in altri luoghi, anche esteri. Lo scopo del mio blog è divulgare la storia, le bellezze ambientali ed architettoniche e le tradizioni di vari luoghi. Posseggo libri illustrati, cartoline, diapositive (sia le tradizionali Kodachrome e simili che lastre in vetro, anche del tipo da "lanterna magica") negativi fotografici, foto tradizionali, film su nastro (vhs, video 8, betamax etc.) e su pellicola in formato 8mm, Super 8mm e 16mm, a partire dal diciannovesimo secolo (attualmente il supporto più antico della mia collezione è una lastra fotografica che riproduce una veduta di Sorrento databile tra il 1865 ed il 1875) sino agli anni del 1980. Effettuo in proprio, con attrezzature semi-professionali da hobbista, le digitalizzazioni dei vari supporti presenti nel mio archivio, dedicando a questa passione gran parte del mio tempo libero e spinto da una costante curiosità verso i costumi e le tradizioni del passato. La famiglia di mio padre Giuseppe è originaria di Gragnano, in provincia di Napoli, cittadina famosa per la produzione della pasta, i "maccheroni" ed altri formati, e del vino.

No Comments

Leave a Comment: