Firenze Piazza Della Signoria e Palazzo Vecchio lastra fotografica del XIX secolo

particolare di lastra fotografica del XIX secolo.

particolare di lastra fotografica del XIX secolo

Digitalizzazione di lastra fotografica della seconda metà del 1800, raffigurante Piazza Della Signoria in Firenze, ai tempi in cui era chiamata ancora Piazza del Gran Duca. Tra i particolari, utili anche ai fini di una approssimativa datazione della fotografia, si nota la presenza, in compagnia di altre opere scultoree, sulla pedana rialzata antistante l’ingresso di Palazzo Vecchio (Palazzo Ducale) detta “arengario”, del David di Michelangelo: la celebre opera d’arte restò in tale sito sino al 1873, anno in cui fu rimossa per essere poi rimpiazzata da una copia nel 1910. Ingrandendo altre porzioni della lastra fotografica si possono cogliere altri dettagli interessanti: ad esempio è ben visibile l’ufficio dei”Services Maritimes des Messageries Impériales de France-Paquebots a Vapeur des Postes Francaises”, in secondo piano a destra della statua equestre di Cosimo I dè Medici ed ubicato nei locali che oggigiorno ospitano il ristorante “Cavallino”. Grazie alle informazioni contenute in questo articolo presente sul sito web www.ilpostalista.it, il portale dei filatelisti e da 13 anni la prima rivista di cultura filatelica e storico postale, ed a successivi approfondimenti a cura dei sigg. Luigi Impallomeni, autore dell’articolo, e Roberto Monticini, Direttore Responsabile, è stato possibile appurare l’operatavità certa di tale ufficio dal 1843 al 1856, sulla cui destra, osservando la foto, si trovava la Direzione delle Poste. Tornando all’arengario è visibile in alto sopra il portale d’ingresso di Palazzo Vecchio il frontespizio decorativo in marmo che alloggia al centro il “trigramma di Cristo”, affiancato da due leoni e circondato dalla dicitura “Rex Regum et Dominus Dominantium” (Gesù Cristo, Re dei Re e Signore dei Signori), fonte Wikipedia. Infine, ma è solo una supposizione dettata dalla silhouette delle due statue che si fronteggiano, la strada in primo piano potrebbe essere Via Dei Leoni (detta tale in quanto anticamente vi era il serraglio degli animali esotici).

Ludovico Mosca About the author

Sono un collezionista di stampe, libri, foto d'epoca e film amatoriali ambientanti in Italia, principalmente in Campania (Napoli, Vesuvio, Pompei, Sorrento, Capri, Ischia, Amalfi) e nutro interesse anche per i testi le immagini ed i filmati ambientati in altri luoghi, anche esteri. Lo scopo del mio blog è divulgare la storia, le bellezze ambientali ed architettoniche e le tradizioni di vari luoghi. Posseggo libri illustrati, cartoline, diapositive (sia le tradizionali Kodachrome e simili che lastre in vetro, anche del tipo da "lanterna magica") negativi fotografici, foto tradizionali, film su nastro (vhs, video 8, betamax etc.) e su pellicola in formato 8mm, Super 8mm e 16mm, a partire dal diciannovesimo secolo (attualmente il supporto più antico della mia collezione è una lastra fotografica che riproduce una veduta di Sorrento databile tra il 1865 ed il 1875) sino agli anni del 1980. Effettuo in proprio, con attrezzature semi-professionali da hobbista, le digitalizzazioni dei vari supporti presenti nel mio archivio, dedicando a questa passione gran parte del mio tempo libero e spinto da una costante curiosità verso i costumi e le tradizioni del passato. La famiglia di mio padre Giuseppe è originaria di Gragnano, in provincia di Napoli, cittadina famosa per la produzione della pasta, i "maccheroni" ed altri formati, e del vino.

No Comments

Leave a Comment: