Parco archeologico di Elea-Velia, fotogallery con immagini panoramiche navigabili.

Scavi di Velia

gli scavi archeologici di Velia

Fotogallery di passeggiata archeologica agli Scavi di Velia (Sa), del mese di agosto 2011. La prima sezione contiene le foto panoramiche navigabili. A breve saranno disponibili sul web anche le suggestive testimonianze fotografiche del fotoamatore Tony Guarracino, con il quale ho condiviso l’escursione: una volta pubblicate inserirò il link nell’articolo.

Per ottenere informazioni dettagliate inerenti questo significativo sito archeologico consiglio di consultare il sito web ufficiale del Parco Archeologico di Elea-Velia. Va detto che le informazioni presenti sul sito sono piuttosto sintetiche, basta però una ricerca su google od una lettura alla apposita sezione di Wikipedia per saperne di più, mentre è correttamente indicato il prezzo del biglietto (3 euro, aggiornato a giugno 2011, manca invece l’indicazione che i minori di 18 anni e gli over 65 non pagano) e l’orario di apertura.

Reperti archeologici di Velia

reperti archeologici visibili presso gli scavi di Velia

Nel percorso degli scavi sono presenti anche diversi reperti antichi, custoditi all’interno di due chiese.

L’area archeologica è inoltre spesso oggetto di manifestazioni teatrali, anche in questo caso è possibile documentarsi tramite ricerca su internet.

In ogni caso consiglio vivamente una visita, i luoghi sono molto suggestivi e con una manciata di euro si contribuirà al mantenimento di preziose testimonianze storiche, costantemente minacciate dalla mancanza di fondi ed i rischi correlati…

VEDI ANCHE IL MIO PRECEDENTE ARTICOLO SUGLI SCAVI DI VELIA[divider_flat]

 

Foto navigabili, clicca sull’anteprima per accedere:

Galleria fotografica:

[fbshare type=”button”] [hr]

 

Ludovico Mosca About the author

Sono un collezionista di stampe, libri, foto d'epoca e film amatoriali ambientanti in Italia, principalmente in Campania (Napoli, Vesuvio, Pompei, Sorrento, Capri, Ischia, Amalfi) e nutro interesse anche per i testi le immagini ed i filmati ambientati in altri luoghi, anche esteri. Lo scopo del mio blog è divulgare la storia, le bellezze ambientali ed architettoniche e le tradizioni di vari luoghi. Posseggo libri illustrati, cartoline, diapositive (sia le tradizionali Kodachrome e simili che lastre in vetro, anche del tipo da "lanterna magica") negativi fotografici, foto tradizionali, film su nastro (vhs, video 8, betamax etc.) e su pellicola in formato 8mm, Super 8mm e 16mm, a partire dal diciannovesimo secolo (attualmente il supporto più antico della mia collezione è una lastra fotografica che riproduce una veduta di Sorrento databile tra il 1865 ed il 1875) sino agli anni del 1980. Effettuo in proprio, con attrezzature semi-professionali da hobbista, le digitalizzazioni dei vari supporti presenti nel mio archivio, dedicando a questa passione gran parte del mio tempo libero e spinto da una costante curiosità verso i costumi e le tradizioni del passato. La famiglia di mio padre Giuseppe è originaria di Gragnano, in provincia di Napoli, cittadina famosa per la produzione della pasta, i "maccheroni" ed altri formati, e del vino.

Leave a Comment: