Filmati amatoriali 45esima edizione Giro ciclistico della Campania Sorrento 26 giugno 1977

Giro Campania 1977 ok web.00_03_31_11.Immagine006

Piazza Tasso a Sorrento, da qui prese il via la 45esima edizione del Giro della Campania il 26 giugno 1977.

Dopo gli struggenti ricordi della folgorante stagione calcistica del Sorrento nel campionato 1967-68, conclusasi con la meritata promozione in Serie D (obiettivo conseguito nuovamente proprio quest’anno, pochi giorni fa, dopo cinquanta anni), materiale di repertorio oggetto di un precedente lavoro di restauro e digitalizzazione, magistralmente presentato dal giornalista Prof. Antonino Siniscalchi il 30 gennaio 2018 al Teatro Sant’Antonino di Sorrento, grazie alla disponibilità di Don Carmine ed il supporto di Gianni Pane, evento organizzato dall’ufficio stampa del Sorrento Calcio (redattori Pietro Romano e Michele Mauro) e la diretta web a cura di Tele Sorrento Sport, l’archivio cinematografico amatoriale dell’Architetto Aniello “Nello” Parlato regala agli amanti dello sport e delle immagini d’epoca della penisola sorrentina una nuova suggestiva testimonianza storica, corredata da estratti della stampa dell’epoca e dettagliate note esplicative, risorse fondamentali per la redazione del presente articolo.

Il percorso della gara, clicca per ingrandire.

Il viaggio indietro nel tempo ci riporta stavolta alla seconda metà degli anni settanta, e dal mondo del calcio la cinepresa di Nello si sposta verso la passione su due ruote: protagonisti delle riprese amatoriali, girate su pellicola Super 8mm a colori, muta, gli oltre novanta ciclisti (37 dei quali portarono a termine la gara) iscritti alla 45esima edizione del Giro della Campania (prova unica da 267 km del Campionato di Ciclismo su strada, con partenza ed arrivo a Sorrento), gli entusiasti ed appassionati spettatori e le strade e gli scorci della penisola sorrentina animate dalla gioiosa e partecipata manifestazione sportiva di rilievo nazionale.

L’elenco iscritti, clicca per ingrandire.

Le riprese iniziano con vedute della penisola sorrentina dalle zone collinari, con panorama sul golfo di Napoli e di Salerno (Via Nastro Azzurro), la scena si sposta poi a Via Degli Aranci a Sorrento, nei pressi dell’Hotel Cesare Augusto, con i ciclisti impegnati nelle operazioni di punzonatura ed intenti a dispensare autografi (Baronchelli, Bitossi, Moser) ai tanti fan presenti. Anche Piazza Torquato Tasso, che compare nelle successive inquadrature, è gremita di appassionati  e di addetti ai lavori (si nota il telecronista Adriano De Zan che intervista l’atleta Enrico Paolini del team Scic, che sarà il vincitore della competizione) ed è da qui che ha luogo la partenza, in direzione dell’Hotel Michelangelo, con i tanti automezzi e motociclette a seguito ed a supporto dei corridori. 

Descrizione dell’intero percorso e profilo altimetrico, clicca per ingrandire.

La successiva ambientazione torna ad essere l’area collinare della penisola sorrentina (Colli di San Pietro e di Fontanelle, rampe del Picco Sant’Angelo), vivacizzata dalla presenza di numerosi spettatori assiepati ai bordi della strada, nei terreni e su mura e terrazzi, in attesa di poter assistere al transito della carovana ciclistica ed ammirare gli atleti in gara. La cinepresa indugia anche sul paesaggio circostante, offrendo a posteriori una interessante veduta di come si presentavano luoghi ed edifici quaranta anni fa e pochi anni prima del drammatico e disastroso terremoto del 1980.

Il passaggio dei corridori è suggestivo e caratterizzato dalla appassionata incitazione dei tanti tifosi presenti, due gli atleti fuggitivi che segnano un lieve vantaggio sul gruppo (il n. 23, Baronchelli della Scic, ed il n. 13 Beccia della Sanson) in occasione di entrambi i passaggi previsti in tale tratta.

L’area dove fu allestito il palco, clicca per ingrandire.

La parte finale delle riprese ci mostra il pubblico lungo Via Degli Aranci a Sorrento nei pressi dell’area di servizio Mobil (attuale distributore Q8) ed il transito degli atleti e degli addetti ai lavori verso l’area, sempre a Via Degli Aranci, pochi metri più avanti in direzione del rione Marano, dove fu allestito il palco per la cerimonia di premiazione.

Oltre al giornalista De Zan intento ad intervistare il vincitore, Paolini della Scic, si riconoscono tra i presenti l’Avvocato Ennio Barbato, Sindaco di Sorrento all’epoca, l’Avvocato Nino Cuomo, che gli succederà nella carica l’anno seguente dopo la breve parentesi del Sindaco Astarita, ed il sig. Antonino Fiorentino “Mastu Ninì”. 

Alcuni fermo immagine tratti dai fotogrammi della pellicola 8mm:

Buona visione !

 

Ludovico Mosca About the author

Sono un collezionista di stampe, libri, foto d'epoca e film amatoriali ambientati in Italia, principalmente in Campania (Napoli, Vesuvio, Pompei, Sorrento, Capri, Ischia, Amalfi) e nutro interesse anche per i testi le immagini ed i filmati ambientati in altri luoghi, anche esteri. Lo scopo del mio blog è divulgare la storia, le bellezze ambientali ed architettoniche e le tradizioni di vari luoghi. Posseggo libri illustrati, cartoline, diapositive (sia le tradizionali Kodachrome e simili che lastre in vetro, anche del tipo da "lanterna magica") negativi fotografici, foto tradizionali, film su nastro (vhs, video 8, betamax etc.) e su pellicola in formato 8mm, Super 8mm e 16mm, a partire dal diciannovesimo secolo (attualmente il supporto più antico della mia collezione è una lastra fotografica che riproduce una veduta di Sorrento databile tra il 1865 ed il 1875) sino agli anni del 1980. Effettuo in proprio, con attrezzature semi-professionali da hobbista, le digitalizzazioni dei vari supporti presenti nel mio archivio, dedicando a questa passione gran parte del mio tempo libero e spinto da una costante curiosità verso i costumi e le tradizioni del passato. La famiglia di mio padre Giuseppe è originaria di Gragnano, in provincia di Napoli, cittadina famosa per la produzione della pasta, i "maccheroni" ed altri formati, e del vino.

No Comments

Leave a Comment: